Fattura elettronica per il carburante: come gestirla con Soldo Drive

Soldo Drive semplifica la contabilità aziendale. Se vuoi, Soldo ti offre la riconciliazione delle fatture emesse dai benzinai con i rispettivi pagamenti, fornendoti un unico documento riepilogativo per le fatture inferiori ai 300 € da portare al commercialista o al tuo team di contabilità.

Come funziona

Dopo aver effettuato il pagamento del carburante con una carta Soldo Drive, ricordati di chiedere sempre la fattura alla stazione di servizio, unico soggetto autorizzato ad emetterla in quanto venditore del bene.

Riconciliazione

Una volta caricate le fatture su Soldo, abbinale ai rispettivi pagamenti effettuati con le carte Soldo Drive

Riepilogo

Genera il documento di riepilogo delle fatture d’acquisto inferiori ai 300 euro, valido fiscalmente

Come caricare le fatture elettroniche su Soldo per generare il documento riepilogativo

Se ricevi le fatture tramite un sistema telematico

Carica sulla web console di Soldo i file XML delle fatture elettroniche che hai scaricato dal sistema telematico . Potrai selezionare più file contemporaneamente per velocizzare l’operazione. Se la riconciliazione è sempre stata un compito del tuo commercialista, puoi scegliere di dargli un accesso alla web console per permettergli di gestire in autonomia l’abbinamento tra fatture e pagamenti, e la generazione del documento riepilogativo.

Fattura elettronica carburante Soldo Drive
Fattura elettronica carburante Soldo Drive

Se ricevi le fatture sul tuo indirizzo PEC

Inoltrale semplicemente via email all’indirizzo PEC fatture@pec.soldo.com; puoi anche impostare delle regole di inoltro automatico.

Se preferisci che il benzinaio mandi le tue fatture direttamente a Soldo

Chiedi al distributore di inviare la fattura del rifornimento direttamente alla nostra PEC fatture@pec.soldo.com *

*Se hai configurato un indirizzo predefinito sul portale dell’Agenzia delle Entrate, le fatture verranno comunque recapitate a questo indirizzo e non a Soldo. Dovrai scaricarle dal sistema telematico e successivamente caricarle sulla web console per poi generare il documento riepilogativo. Aver scelto di usare la nostra PEC, ti aiuterà a trovarle a colpo sicuro sul tuo sistema telematico.

Fattura elettronica carburante Soldo Drive

Documento riepilogativo fatture d’acquisto del carburante

Fattura elettronica carburante Soldo Drive

Un bel risparmio di tempo e denaro

Una volta caricate tutte le fatture elettroniche del carburante su Soldo, riconciliarle con i pagamenti corrispondenti diventa semplice. Potrai poi generare un unico documento riepilogativo, per il periodo che preferisci, contenente tutte le fatture elettroniche inferiori a 300 € e il calcolo della detrazione IVA. In seguito potrai inviare questo documento, valido fiscalmente, al tuo commercialista o al contabile aziendale, il quale potrà registrarlo al posto delle singole fatture.

Richiedi Soldo Drive

Registrati online in pochi minuti ed ordina le carte Soldo dalla web console: ti arriveranno in pochi giorni.

Domande Frequenti

Come funziona la fatturazione elettronica?
Soldo non riceve in automatico le fatture elettroniche quindi, dopo il rifornimento, dovrai comunque richiederle al benzinaio (unico soggetto autorizzato ad emetterle in quanto venditore del bene).
Soldo Drive Pro ti offre la riconciliazione delle fatture carburante con i relativi pagamenti ed ti permette di creare il documento riepilogativo valido ai fini fiscali. Tutto ciò che dovrai fare è mandarci le fatture che ricevi dal benzinaio (ti basterà inoltrarcele via email alla PEC di Soldo fatture@pec.soldo.com oppure caricarle manualmente sulla web console) e noi ti metteremo a disposizione il documento riepilogativo delle fatture elettroniche per scaricare le spese.
Se preferisci, puoi chiedere al benzinaio di inviare la fattura elettronica direttamente al nostro indirizzo PEC fatture@pec.soldo.com*: noi ci occuperemo della riconciliazione della stessa con il pagamento e faremo risparmiare tempo prezioso al tuo team di contabilità, fornendovi il documento riepilogativo fatture/pagamenti.

*Importante: se hai già configurato sul portale dell’Agenzia delle Entrate un indirizzo telematico predefinito diverso dalla PEC di Soldo, le fatture (comprese quelle carburante) arriveranno in automatico su quell’indirizzo, quindi dovrai in seguito inoltrarle a Soldo per il servizio di riconciliazione che ti offriamo.

Se mi rifornisco quando il benzinaio è chiuso o presso un self-service?
Tutti i distributori devono emettere la fattura elettronica come obbligo di legge, anche dopo l’orario di chiusura ed anche i distributori automatici/self-service. In questi casi, usi la carta Soldo per il pagamento e mostri il tuo codice QR alla colonnina del distributore.
In mancanza di lettore di codice QR, il distributore deve comunque come obbligo di legge fornire un’alternativa con cui tu possa trasmettergli i dati di intestazione della fattura (ad esempio, la possibilità di chiedere la fattura via email nei giorni successivi al rifornimento o la stampa di un codice che userai sul sito web del distributore per comunicargli dove inviare la fattura).
Perché capita che ai self-service mi venga rifiutata la transazione?
Quando ti rifornisci presso distributori self-service, a prescindere dal metodo di pagamento (carta di credito/debito/bancomat), viene sempre richiesta una pre-autorizzazione di 101-105€: è una regola del circuito di pagamento, legata ai rifornimenti self-service, per evitare frodi. Nelle ore successive al pagamento, ti verrà addebitato l’importo reale del rifornimento.
Ti consigliamo perciò, se prevedi di rifornirti presso distributori automatici, di avere sempre sulla tua carta Soldo almeno 105€ per evitare disguidi o perdite di tempo.
Il benzinaio si può rifiutare di emettere la fattura elettronica?
Assolutamente no. Il benzinaio è obbligato per legge ad emettere la fattura elettronica per qualsiasi acquisto di carburante, a fronte della comunicazione dei dati aziendali e dell’indirizzo a cui inviarla: non può rifiutarsi di emettere fattura né richiedere al cliente, per ottenerla, di scaricare una app specifica o addirittura pagare una cifra aggiuntiva per l’emissione della stessa.
Con Soldo sono in regola con la nuova normativa carburante?

Sì. La normativa, in vigore dal 1 gennaio 2019, richiede che per dedurre le spese e detrarre l’IVA dagli acquisti di carburante, i pagamenti debbano essere effettuati con strumenti tracciabili e riconciliati con le corrispondenti fatture elettroniche (ora obbligatorie). Soldo fornisce la carta Drive come strumento di pagamento tracciabile; inoltre con Soldo Drive, la riconciliazione tra pagamenti e fatture è automatica e puoi registrare un unico documento riepilogativo fiscalmente valido.

Quante fatture possono essere inserite nel documento riepilogativo?
Non ci sono limiti sul numero di fatture né sull’ammontare totale del documento stesso; considera però che solo le fatture inferiori a 300€ possono essere incluse nel documento riepilogativo. Se il singolo acquisto di carburante eccede i 300€, la fattura va contabilizzata singolarmente; Soldo fornisce anche per queste fatture la riconciliazione con il pagamento, certificando che quest’ultimo sia tracciabile (e dunque conforme alla nuova normativa).
Come funziona la fatturazione se mi rifornisco all’estero?
Puoi usare la carta Soldo per il pagamento del carburante (basta che il benzinaio accetti il circuito Mastercard). Ricordati solo che, come accade per i tuoi attuali rifornimenti all’estero, l’IVA non potrà essere detratta.