LOADING

Type to search

L’app Eni station partita Iva: svolta nel sistema dei rifornimenti?

Redazione Soldo 5 mesi ago
Share

Con la legge di bilancio 2018 e l’introduzione della fatturazione elettronica per i pagamenti del carburante, assistiamo alla corsa al riparo da parte delle compagnie petrolifere. Dopo aver testato Eni Multicard, in questo articolo analizziamo la soluzione smart proposta da Eni.

L’app Eni Station Partita Iva: come funziona

L’app Eni Station Partita Iva è un servizio gratuito offerto ai clienti Eni Station Partita Iva per facilitare la rendicontazione delle spese carburante. Ho provato per voi il servizio e posso dirvi come stanno veramente le cose.

Se confrontata con Multicard Easy, l’opzione alternativa di Eni, la Multicard Easy offre ai clienti servizi diversi dall’app, la quale serve soltanto a rendicontare le spese carburante e non è uno strumento di pagamento. L’app Eni Station Partita Iva offre maggior agilità sia in fase di registrazione al servizio che nell’utilizzo, mentre il vantaggio principale di Multicard Easy, invece, è sicuramente la facilità di rendicontazione/gestione delle fatture elettroniche.

A differenza di altri servizi Eni, l’app Eni Station Partita Iva non consente la raccolta punti, costringendomi tuttavia a rifornirmi presso una stazione di rifornimento Eni o una convenzionata. Al momento, in totale sono circa 4.000 i distributori di benzina abilitati al pagamento con app (individuabili attraverso il tool enistationfinder), su un totale in Italia di 24 mila benzinai: un benzinaio su sei. Il risultato è quello di fidelizzare il cliente senza però il vantaggio rappresentato dalla raccolta punti e dai relativi premi, che trattasi di cosa del tutto estranea alla funzionalità tipica della carta, riferendosi ad un progetto di loyalty (il programma You & Eni).

L’app Eni Station Partita Iva è un servizio che non può che essere rivolto ai clienti della rete stradale ed autostradale di distribuzione Eni, ma l’app permette di usare al momento del pagamento una propria carta personale ed evita la lunghissima burocrazia necessaria per ottenere le carte carburante di Eni.

C’è inoltre da considerare una conseguenza importante: affidandomi solamente ad Eni e alle stazioni convenzionate ho perso il vantaggio economico risultante dalla libera scelta della stazione basata sul prezzo più conveniente. In un altro articolo abbiamo calcolato qual è il costo effettivo del scegliere un’unica compagnia di rifornimento e i risultati sono sorprendenti!

App eni e Carta carburante Soldo Drive: l’accoppiata perfetta.

L’app Eni Station Partita Iva è compatibile con l’unica carta carburante universale: Soldo Drive. Ti bastano pochi istanti per connettere l’app di Eni alla carta carburante Soldo: l’app infatti ti permette di inserire i dati della carta Soldo Drive e usare i due prodotti insieme. In questo modo ottieni il meglio di entrambi i prodotti.

I passi da seguire per sincronizzare la carta e l’app sono pochi e semplici:

  • Accedi alla app Enistation e vai su Profilo
  • In Dati di fatturazione hai la tua partita Iva e aggiungi la PEC di Soldo fatture@pec.soldo.com
  • In Carte di pagamento registra la tua carta Soldo Drive

Fatto ciò, non ti resta che andare alla stazione di rifornimento Eni più vicina a te: l’applicazione riconosce automaticamente la stazione in cui ti trovi e puoi scegliere l’erogatore a cui rifornirti selezionandolo sull’app. A questo punto potrai fare rifornimento e pagare tramite smartphone. In questo modo la fattura elettronica può anche arrivare direttamente alla PEC di Soldo, che provvederà a fornirti un documento riepilogativo con valenza fiscale a fini di deduzione e detrazione delle tasse e dell’Iva, velocizzando e semplificando in questo modo il processo di rendicontazione.

 

E non dimenticare che l’app Eni Station Partita Iva con Soldo Drive consentono di fare rifornimento anche nelle aree Self a benzinaio chiuso, ottenendo l’emissione delle fatture elettroniche in automatico.

La carta Soldo Drive, naturalmente, continuerà ad essere utilizzabile presso tutti gli altri distributori di carburante cosicché tu possa continuare a scegliere dove fare rifornimento dovendo avere sempre cura di richiedere l’emissione della fattura ai distributori.

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *